news-wein-prognose

Il 2016 in Alto Adige

Un’annata molto promettente per i rossi e i bianchi

15/03/2017
Dopo aver archiviato un 2015 da primato, il settore vitivinicolo dell’Alto Adige saluta con favore un’annata 2016 buona e promettente. I bianchi si presentano al naso con una ricchezza aromatica classica, spiccata tipicità varietale e bouquet fruttato; al palato sono morbidi, ben strutturati ed eleganti, soprattutto il Pinot bianco, lo Chardonnay, il Pinot grigio, il Sauvignon e il Gewürztraminer.

La Schiava, con Santa Maddalena e Lago di Caldaro, ha prodotto dei vini di colorazione intensa, fruttati e morbidi, tanto che gli enologi parlano di una delle annate migliori per questo vitigno. Ma gli esperti concordano anche sul vigore, la struttura e l’eleganza del Lagrein, del Pinot nero, del Merlot e del Cabernet.

Fino ad agosto inoltrato, l’estate del 2016 aveva dato del filo da torcere ai viticoltori altoatesini: dopo alcune giornate torride, infatti, erano scese precipitazioni molto abbondanti che si erano protratte per parecchi giorni. Nei vigneti del territorio, quindi, ci si è dovuti rimboccare le maniche, prestando molta attenzione e non abbassando mai la guardia.

Le giornate di tempo splendido e asciutto che si sono susseguite ininterrottamente da fine agosto a fine settembre, calde di giorno e fresche di notte, hanno riportato la calma nei vigneti creando tutte le premesse per una vendemmia ben riuscita e qualitativamente ottima. Inoltre, le temperature basse all’inizio del periodo di maturazione hanno rallentato il processo di crescita, tant’è vero che la vendemmia 2016 è iniziata una decina di giorno più tardi rispetto al 2015. Si è cominciato infatti il 5 settembre con le prime uve bianche nella Bassa Atesina e nella conca di Terlano, e a metà settembre è partita la vendemmia in grande stile in tutto l’Alto Adige, per terminarla quasi ovunque a fine ottobre.

La qualità delle uve incantinate è risultata perfetta, con un’acidità di tutto rispetto e un ottimo grado zuccherino, due presupposti ideali per ottenere vini bianchi morbidi, vivaci e ben strutturati, e vini rossi promettenti con un buon potenziale di sviluppo.

Qui trovate gli statement dei produttori di vino sulla vendemmia 2016.
torna su
Seguiteci ... ... ... ...