Per il consumatore, il marchio DOC dei vini altoatesini è garanzia di autenticità: del fatto che il vino sia stato realmente prodotto in Alto Adige, da viticoltori e cantine controllati e accreditati. Ma il marchio DOC è una tutela importante anche per il produttore, poiché la Legge fa in modo che solo chi soddisfa una serie di requisiti possa richiedere la denominazione d’origine.

L’uso della denominazione d’origine controllata (DOC) è disciplinato dalla Legge 8/4/2010 n. 61, che classifica i vini in base a diversi livelli di qualità. Il più basso è costituito dai vini da tavola, al livello intermedio figurano i vini con indicazione geografica tipica, mentre all’apice di questa piramide qualitativa si collocano i vini DOC e DOCG, o i vini prodotti in vigneti o terroir particolari.