Moscato rosa
rosenmuskateller
Quando il principe Enrico di Campofranco si trasferì dalla Sicilia a Caldaro, nel 1851, portò con sé alcune marze del vitigno Moscato Rosa. Oggi, questo vino dolce, dal profumo di rosa e dal gusto pieno, aromatico e complesso, è una specialità assai ricercata. Il vitigno di Moscato Rosa è molto delicato da coltivare, ha una resa molto bassa, e le sue uve, a gradazione zuccherina elevata, vengono fermentate col metodo dei vini rossi.
Superficie di produzione:
15 ha
Area di coltivazione:
Oltradige, Bassa Atesina, conca di Bolzano, Valle dell’Adige
Allevamento:
pergola e spalliera
Posizione preferita:
terreni ben ventilati di tipo alluvionale o detritico
Sinonimi:
Rosenmuskateller
Temperatura di servizio:
8-12 °C
Abbinamenti consigliati:
strudel di papavero, crêpe, dolci a base di fragola e cioccolato
vernatsch
Superficie di produzione:
846 ha
Area di coltivazione:
tutto l’Alto Adige
 
blauburgunder
Superficie di produzione:
410 ha
Area di coltivazione:
soprattutto Bassa Atesina (Egna e Montagna), ma anche Oltradige, conca di Bolzano, Valle dell’Adige e Val Venosta
 
lagrein
Superficie di produzione:
451 ha
Area di coltivazione:
conca di Bolzano, Bassa Atesina, Oltradige, Valle dell’Adige
 
merlot
Superficie di produzione:
186 ha
Area di coltivazione:
prevalentemente in Bassa Atesina, Oltradige e conca di Bolzano, ma anche nella Valle dell’Adige
 
cabernet-sauvignon
Superficie di produzione:
158 ha
Area di coltivazione:
Bassa Atesina, Oltradige, conca di Bolzano, Valle dell’Adige
torna su
Seguiteci ... ... ... ...