I vitigni dell'Alto Adige godono di condizioni climatiche e geologiche ideali: un clima mite di tipo alpino continentale, con oltre 300 giornate di sole l’anno; le Alpi a nord che schermano la regione dai venti freddi settentrionali, mentre da sud giungono ad accarezzare le viti le correnti calde del Mediterraneo e del Lago di Garda. Le forti escursioni termiche fra il giorno e la notte, una temperatura media di 18° durante il periodo vegetativo, e la presenza di precipitazioni frequenti, sono gli ingredienti ideali per vendemmiare uve di qualità e perfettamente mature.

A ogni vitigno il suo terreno: dal terroir arido del porfido vulcanico nell’area tra Merano, Bolzano e Caldaro, alla roccia metamorfica di quarzo e mica nella Valle Isarco; dalle rocce calcaree e dolomitiche nella Bassa Atesina alle marne a sud di Cortaccia. È in questa varietà di terreni che trovano condizioni di crescita ideali sia i vitigni autoctoni, sia quelli internazionali.