Bolzano, capoluogo dell’Alto Adige, sorge alla confluenza dell’Adige con l’Isarco, immersa in un’ampia conca valliva baciata dal sole. È qui che maturano due dei vini più pregiati della provincia. Da un lato il Santa Maddalena, che cresce sulle ripide colline omonime a Nord-Ovest di Bolzano, considerato l’espressione più nobile e corposa della Schiava altoatesina. Il quartiere Gries si è invece affermato come la roccaforte di un altro vitigno autoctono, il Lagrein. Con i suoi aromi di frutti di bosco, ciliegia e violetta, impreziositi dalle note di legno dei fusti di rovere, il Lagrein di Gries è balzato alla ribalta delle preferenze internazionali. È un vino che apprezza i terreni alluvionali profondi e le temperature calde, che da queste parti non di rado lambiscono i 40 °C.


Superficie di produzione:  707 ha
Altitudine dei vigneti:250 a 900 m s.l.m.
Terreni:sui versanti prevalentemente depositi detritici porfirici ben ventilati, a fondovalle terreni alluvionali
Produzione: 37% vini bianchi, 63% vini rossi
Vitigni più diffusi:Schiava, Lagrein, Gewürztraminer, Pinot bianco