Il clima assai mite e temperato da un lato, e i terreni sabbiosi mediamente densi dall’altro, creano nell'area di Merano e dintorni condizioni ideali per la coltivazione di diverse varietà, prima fra tutte l'autoctona Schiava. Per tutti i vini a base di Schiava prodotti nei vigneti che circondano la città di Merano può essere utilizzata la denominazione DOC “Alto Adige Merano”. Ma da qualche anno, anche il Pinot Nero e il Merlot mostrano d’ambientarsi a meraviglia nel terroir del Burgraviato (come viene chiamata la conca di Merano con i suoi paesi). Le caratteristiche dei terreni di questa zona fanno sì che i vini di Merano abbiano sempre un ottimo grado d’acidità, con benefici tangibili sia per le loro qualità organolettiche, sia per la loro propensione all’invecchiamento.


Superficie di produzione:  368 ha
Altitudine dei vigneti:300 a 800 m s.l.m.
Terreni:terreni porosi da depositi pluviani, molto ghiaiosi sui versanti, sabbiosi a fondovalle
Produzione: 37% vini bianchi, 63% vini rossi
Vitigni più diffusi:Schiava, Pinot nero, Pinot bianco, Sauvignon