Da sempre Bolzano è stato un crocevia importante per il commercio tra Nord e Sud, facendo dell'Alto Adige Südtirol un posto in cui lo stile di vita tedesco si intrecciava con quello italiano. Questo si riflette anche nell’architettura di cantine, case vinicole, tenute nobiliari e residenze site a sud di Bolzano, dove tra la metà del 1500 e la metà del 1600 si diffuse il cosiddetto "Überetscher Baustil" (stile dell’Oltradige), che coniugava elementi del gotico germanico a elementi rinascimentali: Erker (bovindi), logge, scalinate esterne, bifore. Da molto tempo gli architetti del Trentino Alto Adige si sono sostituiti ai loro colleghi di Venezia e della Lombardia, sviluppando un proprio stile contemporaneo. Particolare interesse destano quelle opere che coniugano le nuove idee con gli edifici d'epoca, e tra di esse figurano anche alcune cantine.

Da vivere

Gli storici paesini che si incontrano lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige conquistano con il loro fascino senza tempo e il loro caratteristico stile architettonico: Appiano ad esempio possiede il più alto numero di castelli e residenze d'Europa, Magré sembra quasi una cittadina con le sue tante porte ad arco, di Cornaiano si dice che, per via delle sue cantine, si estenda più sottoterra che in superficie. www.suedtiroler-weinstrasse.com

A Caldaro l’iniziativa "wein.kaltern" mantiene viva la memoria di masi, cantine e luoghi, mentre il tocco di modernità è affidato ad opere come il "winecenter" all'entrata del paese. www.weincenter.it

La cantina Colterenzio di Cornaiano-Appiano ha letteralmente cambiato pelle: ora i materiali e la forma della facciata rievocano le botti di rovere in cui viene affinato il vino. www.schreckbichl.it

Nella Cantina sociale di Terlano il cuore è rappresentato dalla nuova cantina rivestita in porfido, sia grezzo che lavorato. www.kellerei-terlan.com

La tenuta Manincor nei pressi di Caldaro ha realizzato la propria cantina sottoterra, facendo emergere dal terreno solo la sala degustazione e la rivendita. In questi luoghi, il piacere del vino e la raffinatezza architettonica si fondono con una cista magnifica sul lago di Caldaro. www.manincor.com

Come due braccia, che per forma e colori ricordano le viti, l'enoteca e lo spazio di degustazione della cantina Tramin di Termeno cingono idealmente i vigneti circostanti. www.kellereitramin.it

Nel 2012 la tenuta Pfitscher a Montagna è stata la prima a ricevere la certificatione CasaClima Wine. Questo marchio di qualità vuole premiare gli sforzi in direzione di una maggior sonstenibilità, valutando tra altro la ecocompatibilità, l’efficienza energetica e il comfort per lavoratori e visitatori. www.pfitscher.it

Grandi vetrate regalano ai visitatori della Cantina Merano Burggräfler una vista spettacolare sui monti e i vigneti che circondano la città di Merano. Il pavillon, sito al primo piano della Cantina, apre a marzo 2013. www.kellereimeran.it

Il "Weinraum" della tenuta Kobler a Magrè è stato inserito nell’edificio storico come una scatola. I materiali e i colori della sala degustazioni sono stati scelti nel modo di concentrare tutta l’attenzione sul vino. www.kobler-margreid.com

“Facciamo entrare la natura in cantina ”. Fu questo l’intento che guidò la mano di Alois Lageder nella progettazione della nuova cantina all’interno della storica tenuta Löwengang. Entrata in funzione nel 1995, realizzata nel rispetto dei criteri della sostenibilità con materiali bioedili e con sistemi energetici all’avanguardia, la nuova sede fece subito scuola, imprimendo una spinta decisiva all’architettura sostenibile in Alto Adige. www.aloislageder.eu

Con la rinnovata sede della cantina unendo a regola d’arte il patrimonio storico con le esigenze della produzione vinicola moderna è stato creato un complesso strutturale che raffigura tutti gli ideali della Cantina Nals Margreid. www.kellerei.it