Pioniere del Vino - Toni Rottensteiner
04.05.2022

I pionieri del vino in Alto Adige

Il Consorzio Vini Alto Adige presenta otto cortometraggi biografici su altrettanti viticoltori che hanno scritto la storia vinicola altoatesina

Diversi personaggi lungimiranti, accomunati dal desiderio di realizzare dei vini d’eccellenza in un territorio così particolare come l’Alto Adige, hanno saputo lasciare un’impronta indelebile nella produzione vinicola di questa terra.

È fuori dubbio che la qualità e indiscussa riconosciuta ai vini altoatesini nel mondo sia frutto dello spirito pionieristico e delle scelte coraggiose di alcuni personaggi di spicco che già negli anni Ottanta - in veste di viticoltori, enologi o presidenti di cantine sociali - diedero il via a una nuova era nella produzione vinicola del territorio.

Negli ultimi due anni, il Consorzio Vini Alto Adige ha commissionato otto brevi documentari biografici dedicati ad altrettanti pionieri di quegli anni così decisivi, per immortalarne a futura memoria i loro meriti e le loro idee.

I primi quattro cortometraggi realizzati per ricordare quel periodo tracciano un ritratto cinematografico di Luis Raifer, Paolo Foradori, Hartmuth Spitaler e Alois Lageder, descrivendo come tutti e quattro, ciascuno a modo proprio e animato dai propri ideali, impressero una svolta determinante alla produzione vinicola altoatesina.

Il secondo ciclo di quattro documentari biografici è dedicato a Graziano Filippi, Toni Rottensteiner, Josef Reiterer e Josephus Mayr, anche loro personalità assai apprezzate che rispecchiano molto bene la varietà e la lungimiranza dei produttori vinicoli di questa terra.

I cortometraggi sono stati realizzati dal regista e documentarista Peter Künzel, di Monaco di Baviera, con l’aiuto dell’operatore cinematografico venostano Michael Tscholl, e prodotti dalla F-Tech Production di Axel Bernhart.

Con una serie d’inquadrature paesaggistiche affascinanti e di sicura presa sugli spettatori, i filmati del ciclo “Pionieri del vino in Alto Adige” raccontano le pietre miliari che negli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso furono poste da chi ebbe il coraggio di lanciare un’offensiva di qualità nella produzione vinicola altoatesina.
Un altro assaggio?
Altre cose da sapere sul mondo vinicolo dell'Alto Adige
Torni all'elenco