Cantine Alto Adige
11.07.2017

Dove viticoltura ed estetica si incontrano

Futuristiche, sostenibili e diverse: alcune cantine assolutamente da visitare

Sono sempre di più le tenute, le cantine e le cooperative che decidono di portare accenti nuovi tra mura storiche, combinando viticoltura tradizionale ed estetica per dar vita a nuove forme architetturali all’insegna della sostenibilità.

Ne è un esempio la nuova cantina della tenuta Manincor, che si sviluppa su tre piani sotterranei, lasciando visibili all'esterno solo la sala degustazione e il punto vendita: una perfetta simbiosi tra architettura antica e moderna con splendida vista sul lago di Caldaro.

Connubio tra nuovo ed antico anche per la tenuta Pfitscher, di Montagna, che all’insegna del motto “Modernità e tradizione” è diventata la prima cantina certificata “CasaClima Wine” d’Italia.

Alcune cantine si caratterizzano invece per il loro design futuristico: è il caso ad esempio della Cantina Tramin, la cui struttura in acciaio verde cinge simbolicamente le vigne circostanti. Un altro edificio degno di nota è quello della Cantina Valle Isarco: qui il nuovo ampliamento in cemento e la costruzione originale sono stati rivestiti con uno strato di intonaco rosso-grigio fortemente strutturato che simboleggia il legame con il territorio.
Un altro assaggio?
Altre cose da sapere sul mondo vinicolo dell'Alto Adige
Alto Adige Wine Summit 2021
Consigli

Alto Adige Wine Summit 2021

L’Alto Adige Wine Summit (Bolzano, 9-12 settembre) è la più importante manifestazione enologica del territorio che dal 9 al 12 ...
Torni all'elenco