03.02.2022

03.02.2022

I punteggi massimi internazionali ottenuti dai vini dell’Alto Adige

Cinque prestigiose guide enologiche internazionali premiano i vini locali con il
massimo dei voti 

Il fatto che i vini dell’Alto Adige (e i loro produttori) si siano affermati ai vertici del panorama internazionale è dimostrato dai riconoscimenti e dai punteggi massimi assegnati loro anche quest’anno dalle cinque più rinomate guide enologiche internazionali.

Nelle guide Decanter, Robert Parker, Vinum, Falstaff e James Suckling i vini prodotti dalle cantine, dalle tenute e dai vignaioli indipendenti dell’Alto Adige hanno ottenuto punteggi superiori o uguali a 95 su 100 per ben 83 volte. La valutazione più alta, 99 punti (Falstaff), è stata assegnata al Terlano Rarity 2008 della Cantina Terlano che si è aggiudicata anche la valutazione più alta tra tutti i vini dell’Alto Adige – 98 punti – da Robert Parker. 

Particolarmente degno di nota è il primo posto nella categoria “Best White” dei Decanter World Wine Awards conquistato dalla Cantina Terlano con il suo Terlano Grand Cuvée 2018. 

Ai Decanter World Wine Awards 2021 inoltre sono due i vini dell’Alto Adige che sono riusciti a piazzarsi nella categoria massima, la cosiddetta Platinum. Si tratta del Moscato giallo Passito Quintessenz 2017 della Cantina Kaltern e del Sauvignon Lafóa 2019 della Cantina Colterenzio, entrambi con 97 punti. Il vino altoatesino di punta secondo la guida enologica di James Suckling 2021 è il Terlano Sauvignon Lieben Aich 2019 di Manincor (98 punti), mentre nella guida Vinum 2022 è il Cabernet Sauvignon Cor Römigberg 2016 della tenuta Alois Lageder a superare tutti gli altri vini dell’Alto Adige grazie ai suoi 96 punti.

La Cantina Terlano fa incetta di voti 

A dimostrazione dell’ampiezza dell’offerta vinicola dell’Alto Adige c’è il fatto che i
complessivi 83 punteggi massimi assegnati a 60 diversi vini siano distribuiti tra ben due dozzine di produttori. Tra questi ultimi, la grande trionfatrice di quest’anno è la Cantina Terlano che ha ottenuto un totale di 17 valutazioni con 95 o più punti per sette diversi vini. Il secondo posto tra i produttori è stato assegnato alla Cantina Produttori San Michele Appiano che ha conquistato otto punteggi massimi per quattro vini e il terzo posto alla Cantina Tramin con sette punteggi massimi per cinque vini. Seguono la Cantina Kaltern, con sei punteggi massimi per quattro vini, e la Cantina Girlan insieme alla Tenuta Manincor che per cinque volte ciascuna hanno ottenuto valutazioni oltre i 95 punti: quattro i vini premiati della Cantina Girlan, cinque della Tenuta Manincor.

La Cantina Terlano primeggia anche per i vini più premiati

La Cantina Terlano conduce anche la classifica dei vini più premiati. Il suo Terlano I Grande Cuvée 2018 ha ottenuto quattro valutazioni superiori ai 95 punti, così come il Terlano Rarity 2008. Il Terlano Riserva Nova Domus 2018 ha ottenuto tre valutazioni di 95 o più punti. Stesso risultato per la Cantina Nals Margreid con il suo Bianco dell’Alto Adige Nama 2016, per la Cantina Tramin con il suo Gewürztraminer vendemmia tardiva Terminum 2018 e per la Cantina Produttori San Michele Appiano con i suoi Alto Adige Bianco DOC Appius 2016 e Sauvignon The Wine Collection 2018. Due guide enologiche hanno assegnato il massimo del punteggio a sette vini di cinque differenti cantine. A due vini della Cantina Kaltern (Moscato giallo Passito Quintessenz 2017 e Merlot Riserva Kunst.Stück 2018) e a due vini della Cantina Terlano (Terlano Pinot bianco Riserva Vorberg 2018 e Terlano Sauvignon Quarz 2019). Due punteggi massimi ciascuno sono andati anche al Vigneti delle Dolomiti Chardonnay IGT Löwengang 2018 (Tenuta Lageder), al Pinot nero Riserva Vigna Ganger 2017 (Cantina Girlan) e al Gewürztraminer Passito Juvelo 2019 (Cantina Andriano).

I bianchi surclassano i rossi

Dando uno sguardo al confronto tra vini bianchi e rossi, il risultato – almeno per quanto riguarda le loro valutazioni nelle cinque più prestigiose guide enologiche internazionali – è indiscutibile. Tra i 60 vini dell’Alto Adige valutati con 95 o più punti, ci sono 36 bianchi, 19 rossi e 5 vini dolci.
Tra i vini bianchi i Sauvignon (13 punteggi massimi per 10 vini) e i Terlano (11/3) si collocano al primo posto, seguiti dal Gewürztraminer (10/7), dal Bianco dell’Alto Adige (8/4), dal Pinot bianco (7/6) e dallo Chardonnay (6/5) nonché dal Riesling e dal Moscato giallo con due valutazioni di almeno 95 punti. Kerner, Sylvaner e Grüner Veltiner chiudono la lista con un punteggio massimo per ciascuno.
Trionfatore assoluto, e non solo tra i vini rossi, è tuttavia il Pinot nero, che ha ottenuto 12 punteggi massimi per 11 vini. La classifica dei rossi prosegue con Cabernet Sauvignon (3), Lagrein (2) e Merlot (2).
/images/content/126957_14144_2_C_390_250_2106_5690638/foto-3.jpg
Credits: Vini Alto Adige/Florian Andergassen
/images/content/126957_14147_2_C_390_250_2106_5690652/foto-1.jpg
Credits: Vini Alto Adige/Florian Andergassen
/images/content/126957_14150_2_C_390_250_2106_5690663/foto-2.jpg
Credits: Vini Alto Adige/Florian Andergassen