Il racconto di storie vere

Vini biodinamici ottenuti dalle vigne della tenuta Pranzegg

"Per me, essere un vignaiolo significa innanzi tutto raccontare il territorio, la zona nella quale viviamo, l'annata e le nostre abitudini di vita" - Martin Gojer, della tenuta Pranzegg, ha un'idea ben precisa di quale sia la sua missione. E gli è altrettanto chiaro che non può permettersi di alterare la storia che vuole raccontare. Per questo, alla tenuta Pranzegg applica le linee-guida della biodinamica.

Pranzegg è una piccola tenuta con una superficie di quasi 3 ettari sui pendii sopra Bolzano. Le vigne sono erte e non è possibile lavorarle a macchina. Ma questo non è il motivo principale che ha spinto Martin a optare per la biodinamica. "La produzione biologica prima e quella biodinamica poi sono una logica conseguenza della nostra visione del mondo" - spiega Gojer, che gestisce la tenuta dal 2009.

Sotto la sua guida nascono vini naturali, che derivano da una fermentazione spontanea e da una lunga permanenza sulle fecce. Non subiscono chiarificazioni né filtrazioni, si aggiunge una minima quantità di zolfo e - come dice lo stesso Gojer - "tanta pazienza e sensibilità".

Le storie che i vini naturali della tenuta Pranzegg raccontano non sono quindi solo vere, genuine. Fanno a meno di qualsiasi trucco. E nonostante ciò sono buone, le storie come i vini.
Via Campegno 8, 39100, Bolzano
Tel. +39 3284591961

www.pranzegg.com
"Per me, essere un viticoltore significa innanzi tutto raccontare il territorio, la zona nella quale vivo, l'annata e il mio stile di vita".
Martin Gojer, direttore della tenuta Pranzegg
Potete trovare ulteriori informazioni sotto www.pranzegg.com

Conoscere i nostri vignaioli

Carattere, passione e dedizione per il vino