Guide enologiche internazionali

22.05.2024

Guide enologiche internazionali:
99 punteggi massimi per i vini dell’Alto Adige


68 vini, 99 voti massimi: per le più prestigiose guide enologiche a livello mondiale, la regione vinicola dell’Alto Adige è diventata un punto fermo. A dimostrarlo, non da ultimo, sono i 99 punteggi massimi conquistati da 68 vini dell’Alto Adige di 29 produttori anche nelle ultime edizioni delle guide.

Decanter, Robert Parker – The Wine Advocate, la guida enologica VINUM, la guida enologica Falstaff, James Suckling e Gault&Millau: nessuna delle guide con una certa reputazione nel settore enologico può permettersi di trascurare i vini altoatesini. Quest’anno, le sei guide enologiche internazionali più prestigiose del panorama mondiale, hanno assegnato ai vini dell’Alto Adige il massimo dei voti per ben 99 volte. “Ciò che ci soddisfa maggiormente non è solo il fatto che possiamo annoverare alcuni produttori tra i migliori al mondo, ma anche che il nostro gruppo di vini di punta sia piuttosto ampio”, spiega Andreas Kofler, presidente del Consorzio Vini Alto Adige. “Una realtà che anche gli attuali punteggi tornano a ribadire con estrema chiarezza.”
E non è tutto: anche quest’anno, infatti, tanti produttori sono riusciti ad aggiudicarsi uno dei premi speciali messi in palio: la guida enologica VINUM, per esempio, ha decretato Manincor quale tenuta dell’anno, Pfitscher quale realtà emergente e l’Untermoserhof quale scoperta dell’anno. Per Gault&Millau, Florian Brigl della Tenuta Kornell è la personalità enologica dell’anno, quella del Gump Hof – Markus Prackwieser è la collezione dell’anno, mentre il 2015 Merlot-Cabernet Riserva Tres della Cantina Kurtatsch è la Premiere vinicola dell’anno 2024 sempre per Gault&Millau.

29 produttori tra i più votati

L’ampiezza della fascia dei vini di punta è dimostrata innanzitutto dal gran numero dei produttori che possono vantare almeno un punteggio massimo. I produttori infatti sono ben 29, con la Cantina Terlano che comanda la classifica con i 21 valutazioni massimi assegnati ai suoi vini. Seguono la Cantina Produttori San Michele Appiano con 10, Nals Margreid con 8, Cantina Tramin con 7 e Cantina Girlan con 6 punteggi massimi. Anche Manincor può vantare 6 punteggi massimi, la Cantina Kurtatsch cinque e tre ciascuno per la Cantina Andriano, il Gump Hof – Markus Prackwieser nonché le tenute Kornell e Pfitscher.

Vini bianchi in prima linea – e il Pinot Nero

A essere piuttosto ampio nel contesto altoatesino è anche il novero delle varietà di punta. Per quanto riguarda le macrocategorie, a guidare la classifica sono i vini bianchi, con 60 punteggi massimi per 39 diversi vini. I vini rossi dell’Alto Adige possono invece vantare 30 punteggi massimi per 23 vini, cui si aggiungono 9 punteggi massimi per 6 vini dolci. “I punteggi sottolineano nuovamente come l’Alto Adige possa ottenere ottimi risultati sia con i vini bianchi che con i rossi”, sottolinea Kofler. “Di questo dobbiamo ringraziare non solo i nostri produttori, ma anche l’enorme varietà di terroir presenti in Alto Adige.”

Sebbene i vini bianchi possano vantare il maggior numero di punteggi massimi, a guidare la classifica dei vitigni più premiati è un rosso. Si tratta del Pinot Nero, protagonista dei 12 dei 68 vini premiati in totale. Seguono lo Chardonnay con 10, il Pinot Bianco con 8, il Lagrein con 7 e il Sauvignon con 6 vini valutati con il massimo dei voti.

Per quanto invece riguarda i singoli vini, la classifica delle etichette valutate con il punteggio massimo dalle sei più prestigiose guide enologiche internazionali vede il 2020 Terlaner Primo Grande Cuvée della Cantina Terlano al primo posto grazie al punteggio massimo assegnatogli da cinque delle sei guide enologiche. Quattro punteggi massimi possono vantare il 2018 Appius della Cantina Produttori San Michele Appiano e il 2010 Terlaner Pinot Bianco Rarity della Cantina Terlano. Sei sono i vini premiati con tre voti massimi, nove quelli con due voti massimi e addirittura cinquanta le etichette che hanno ricevuto un voto massimo.


ALLEGATO: Lista completa dei vini premiati dalle guide internazionali
Contatto per la stampa:
Consorzio Vini Alto Adige
press@suedtirolwein.com
Tel. 339 1895544
Credits:  ©Südtirol Wein/Mint Mediahouse
Credits:  ©Südtirol Wein/Mint Mediahouse
Credits:©Südtirol Wein/Alex Filz
Impressioni sul vino:Visto, piaciuto, condiviso
Newsletter
Sempre aggiornati con la newsletter sui vini dell'Alto Adige