Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

Vinum schrechpulensis

800 storie di viticoltori raccolte in 60 anni di ricerca della qualità

Per essere una cantina sociale dell'Alto Adige, la Cantina Colterenzio è relativamente giovane. Nel 1960, 26 viticoltori si riunirono nella piccola frazione Schreckbichl di Colterenzio (Comune di Appiano) per costituire una cooperativa che potesse contrastare l'attività dei mediatori di vino. Alla cantina sociale di Colterenzio fanno capo oggi 300 viticoltori. La concorrenza nei confronti dei mediatori si è fatta quindi via via più forte.

L'effetto calamita della Cantina Colterenzio di manifesta soprattutto negli anni '80, sotto la guida di Luis Raifer che punta dritto alla qualità. La sua strategia ha una base semplice: le premesse ci sono tutte. "Il terroir è favorevole, la superficie a vite è sufficiente, i viticoltori sono instancabili" - riassume così la situazione di partenza l'attuale enologo Martin Lemayr.

Allora, alla Cantina Colterenzio si puntò su tre nuovi vitigni e sull'applicazione di rigide regole: riduzione della resa per ettaro, che porta alla produzione di uva di qualità e quindi di vino di qualità. Queste regole - alla base di una corente politica della qualità - valgono ancora oggi.

I soci della Cantina Colterenzio coltivano 300 ettari di vite ad altitudini comprese tra 230 e 650 m s.l.m., con differenti tipi di terreno e con 14 diversi vitigni. Il 65% della produzione è rappresentato da vini bianchi, solo il 35% da vini rossi.

A proposito: anche se la Cantina Colterenzio è relativamente giovane, la storia delle colline di Cornaiano è molto antica. Già nel 1200 il vino di queste parti è citato in documenti dell'epoca come "vinum schrechpuhlensis".
Strada del Vino 8, 39057, Cornaiano / Appiano
Tel. +39 0471 664246

www.colterenzio.it
Führung
Verkostung
Lieferservice
Award
"Il terroir è a favore, c'è ampia disponibilità di aree vitate e i viticoltori lavorano instancabilmente".
Martin Lemayr, enologo della Cantina Colterenzio
Vitigni coltivati
Lagrein
Blauburgunder
Müller Thurgau
Chardonnay
Weißburgunder
Vernatsch
Gewürztraminer
Sauvignon Blanc
Riesling
Goldmuskateller
Merlot
Pinot Grigio
Cabernet Sauvignon
Weitere Informationen finden Sie unter www.colterenzio.it

Conoscere i nostri vignaioli

Carattere, passione e dedizione per il vino