Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

Pinot bianco

Il più fresco e fruttato fra i celebri bianchi dell’Alto Adige

In Alto Adige il Pinot bianco predilige le quote più elevate, fino a 800 metri d’altitudine, e, insieme al Gewürztraminer e al Sauvignon, è diventato uno dei vitigni bianchi di punta del territorio. Il suo bouquet elegante di mela, pera e limone, assieme alle note di nocciola e fiori di fieno, ne fanno un vino assai versatile negli abbinamenti. Ha un’acidità vivace e una raffinatezza di note fruttate che gli fanno riscuotere sempre più favori tra gli appassionati e i buongustai.
Coltivazione
558 ettari
è la superficie coltivata a Pinot bianco, pari al
10,2%
del totale della superficie coltivata a viti in Alto Adige.
Temperatura di servizio
10°C
minimo
-
12°C
massimo
Si abbina bene a
aperitivo
primi piatti
pesce
piatti tradizionali altoatesini
Terreno preferito
È coltivato in tutto l’Alto Adige a quote elevate, fino a 800 metri d’altitudine.
Le è venuta voglia?

Ecco il Pinot bianco fresco e fruttato dell’Alto Adige

Servizi
 
 
 
 
91 di 91 visualizzati
Degustazione
Gastronomia
Degustazione
Gastronomia
Degustazione
Gastronomia
Degustazione
Gastronomia
Degustazione
Gastronomia
Degustazione
Gastronomia
Degustazione
Gastronomia
Degustazione
Gastronomia
Degustazione
Gastronomia
Qualche parente stretto
Altri vitigni bianchi dell’Alto Adige
Torni all'elenco