Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

Moscato giallo

Un monile prezioso nel panorama dei bianchi altoatesini

Benché già il nome, soprattutto quello tedesco di Goldmuskateller, ne tradisca l’incedere nobile e sensuale, il Moscato giallo dell’Alto Adige, oltre alle note evidenti di noce moscata, palesa anche il suo fascino mediterraneo e sa catturare l’attenzione degli amanti di questo genere con aromi di agrumi e profumi di zagara. Questo vino affascinante e brillante non teme il confronto con blasonati vini da dessert, e quando è vinificato secco si presta alla perfezione come aperitivo. Insomma, è un divo mondano a tutti gli effetti.
Coltivazione
94 ha
è la superficie coltivata a Moscato giallo, pari al
1,7%
del totale della superficie vitata in Alto Adige
Temperatura di servizio
8°C
minimo
-
12°C
massimo
Si abbina bene a
aperitivo
dolci
formaggio blu maturo
Terreno preferito
A Merano, Bolzano e nelle zone più meridionali dell’Alto Adige, in aree calde e fino a un massimo di 500 metri d’altitudine.
Le è venuta voglia?

Qui trova la presentazione del Moscato giallo

Servizi
 
 
 
 
221 di 221 visualizzati
Qualche parente stretto
Altri vitigni bianchi dell’Alto Adige
Torni all'elenco